INADEGUATEZZA

Siamo pienamente consapevoli che purtroppo si sta riprospettando il concreto pericolo che da qui a breve ritorneremo a vivere in un tenebro lock down ma vanno comunque precisate alcune cosucce.Prima di tutto la salute è un bene primario che ciascuno di noi tende a tutelare e a salvaguardare. In proiezione di questa maledetta pandemia ciascuna Società come del resto la nostra sebbene di “””TERZA CATEGORIA””” ha attuato tutti i protocolli che sono stati indicati, ha attuato tutte le restrizioni che sono state indicate, ha applicato al dettaglio tutte le norme di sanificazione dei locali e dell’impianto sportivo ed ora… ora devo vedere e leggere certe cialtronerie??? Se è vero che lo svolgere sport di contatto possa agevolare la proliferazione del covid 19 come l’eseguire partite di calcio possa compromettere lo stato di salute di ciascun giocatore mi spiegate che differenza c’è tra AMATORI, III , II e I CATEGORIA che sia???In un Settore Giovanile mi spiegate che differenza cambia tra fare i Campionati Regionali o quelli Provinciali??? Se gli Under 15 qui a Biella vanno a giocare a Novara e Vercelli quelli Regionali giocano solo in casa???Mi spiegate se nei campionati Regionali e Nazionali agonistici si può avere lo sport di contatto perchè in quello di base no?Non era meglio lasciare tutto com’era attuando una serie di misure volte a prevenire il diffondersi della pandemia come in molte Società è già avvenuto e si sono messe in auto quarantena anche nel solo dubbio di avere tra loro un solo atleta positivo rinunciando a disputare una o due partite di campionato? Non bastava essere più attenti nonostante le responsabilità che avete dato a noi Presidenti? Se questo non è stato possibile attuarlo è perchè non avete fiducia nelle nostre Società specie in quelle misere e povere che fanno campionati provinciali con i Settori Giovanili e AMATORI oppure III CATEGORIE ? Che esempio state dando a questa Italia dello Sport!!!A questo punto se le condizioni di emergenza erano tali dovevate bloccare tutto indistintamente dal settore giovanile a quello dilettantistico incluse le categorie che avete non so e non voglio capire estromesso in questo assurdo DCPM.Queste discriminazioni danneggiano ancor più della sfera economica dove aimè ormai siamo rimasti senza forze energie e risorse non potendo neanche organizzare un semplice torneo di calcio con cui magari si poteva arginare il danno e restando discriminati dall’essere Squadra di serie A o squadracce di periferia. Già squadracce di periferia perchè da questa discriminazione lo dovete spiegare voi a certi genitori sul perchè i figli che giocano nei Campionati Regionali possano continuare a giocare e quelli che giocano nei Campionati Provinciali no. Il calcio la maledetta passione e ossessione per il rispetto delle regole di cui ci avete attorniato non pensiate che in una III CATEGORIA da voi disprezzata sia diversa da un’altra. Non penso che i giocatori professionistici arrivino tutti dalle scuole calcio Nazionali ma anzi ritengo che il 90% di loro sia cresciuto per i primi anni proprio in piccole Società come la nostra per poi trovar spazio laddove gli spettava.Cari amici la situazione è davvero critica e drammatica e al di là di questo sfogo per queste differenze fatte da persone che ritengo non conoscano le realtà del calcio dilettantistico e neanche come sia strutturato, sono profondamente preoccupato per il proseguimento di questa stagione!!!es . proiezione Prima Squadrafine campionato e lock down (FINE DI UNA STAGIONE e DISASTRI ECONOMICI PER TUTTI)Ripresa campionato con recuperi eseguendo due partite settimanali (DISTRUZIONE FISICA DEI NOSTRI ATLETI=INFORTUNI e DEVASTAZIONE DEI CAMPI DA GIOCO VISTO CHE LA MAGGIOR PARTE NON SONO ANCORA IN ERBETTA SINTETICA , COSTI NOTEVOLI PER DISPUTARE INCONTRI CALCISTICI IN NOTTURNA ETC)Ma ci rendiamo conto a cosa ci state mandando incontro???Con persone inette e incapaci non si può andare avanti e se già alla frase “ANDRA’ TUTTO BENE!” non riuscivo a capire dove avevano visto tutto quel bene! purtroppo mi permetto di dire che se continuerà cosi “SAREMO ALLA FRUTTA!”… e comunque noi non molliamo inetti!!!